Les Humanistes pour la Paix en Syrie

L'Internazionale Umanista si pronuncia per la pace in Siria e invita i popoli civili del mondo ad un atteggiamento diametralmente opposto a quello che ha caratterizzato i fatti accaduti in questi giorni.

Per questo proponiamo le seguenti linee guida:

  1. Il popolo siriano merita il miglior sforzo di tutti i Paesi del mondo per fargli ottenere una pace che gli permetta uno sviluppo conforme alle proprie aspirazioni. Di conseguenza, qualsiasi negoziato deve tenere in considerazione la necessità del popolo siriano di giungere alla piena democrazia in breve tempo.
  2. La violenza non è mai una soluzione accettabile ed è urgente che le nazioni civilizzate del mondo si pronuncino a favore della Pace e della Nonviolenza.
  3. La soluzione deve essere politica, non militare.
  4. È necessario condannare esplicitamente l'intervento militare da parte di Paesi stranieri.

In conformità a questi principi l'azione proposta dall'Internazionale Umanista è:

Nell'immediato

  • La cessazione degli interventi militari da parte degli Stati Uniti d'America ed europei e delle loro ingerenze negli affari interni della Siria.
  • Il cessate il fuoco garantito da una missione di osservatori permanenti nativi di Paesi non impegnati in azioni militari verso la Siria.
  • Un programma e un calendario per le riforme politiche e sociali concordate con i partiti politici che operano in Siria e con rappresentanti delle assemblee di base (cittadini).

Questa è la base di condizioni minime per superare questo dramma, dove la violenza di una minoranza si scontra con la violenza di un'altra minoranza, e questo può verificarsi tra Stati, etnie o gruppi religiosi.

Gli umanisti propongono, come fanno da oltre 30 anni, che si attui la democrazia reale o diretta, come percorso di liberazione e di trasformazione, affinché l'essere umano diventi il valore centrale.

Ribadiamo che, quando si parla di "democrazia diretta o reale" stiamo parlando di pace, perché se la gente fosse consultata sulla partecipazione o meno alle guerre, esse non esisterebbero, perché le persone amano la vita e vogliono vivere in pace.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer